Fabio Ambrosi

Risorse utili per videomakers!

Capitolo 1: i progetti After Effects. Gestione e tipologie

Condividi l'articolo

Inizia il corso After Effects e, prima di iniziare ad esplorare l’interfaccia grafica e di vedere come utilizzare questo bellissimo software vediamo come sono organizzati i progetti After Effects. Come ripeto sempre a chi segue i miei corsi l’ordine è la prima regola da seguire: organizzare bene il materiale multimediale con cui si lavora e nominare gli oggetti in modo chiaro e distinguibile è l’unico modo per andare lontano. Ma come funzionano i progetti After Affects?

Come funzionano e come sono organizati i progetti

Un progetto After Effects non è altro che un file con estensione .aep o .aepx. Questo file, al suo interno, contiene informazioni come riferimenti ai media utilizzati, nomi e struttura dei livelli etc… Le uniche dipendenze dei file di progetto sono i media utilizzati nel progetto stesso. Come detto i file di progetto After Effects possono avere due estensioni:

  • .aep: sono progetti binari
  • .aepx: sono progetti codificati in XML. Questi progetti possono essere aperti anche con un editor di testo e alcune modifiche possono essere apportate senza dover aprire After Effects. Questi file contengono gran parte delle informazioni del progetto (oltre ad informazioni binarie)

Come creare un progetto modello in After Effects

I progetti modello in After Effects hanno estensione .aet. Quando si crea un progetto modello After Effects crea un nuovo progetto senza titolo sulla base del modello.  Creare un modello è molto semplice: basta rinominare il file di progetto e cambiare l’estensione in .aet. Un altro modo per creare un progetto modello è salvare il progetto dal menu File > Salva con nome e scegliere come tipo di progetto modello Adobe After Effects

Come aprire un progetto in After Effects

Come aprire un progetto After Effects

Come aprire un progetto After Effects: la schermata introduttiva

Come in tutti i software Adobe aprire un progetto è molto semplice: potete scegliere uno dei metodi seguenti

  • Fare doppio click sul file del progetto (in questo caso viene aperto After Effects se chiuso)
  • Andare nel menu File > Apri progetto. Scegliere sul vostro Hard Disk il file da aprire e cliccare su Apri
  • Quando viene aperto After Effects è possibile scegliere di aprire uno degli progetti aperti di recente.

Come organizzare il materiale e i progetti quando si inizia a lavorare in After Effects?

I file progetto After Effects

I file progetto After Effects

La regola è sempre la solita: essere ordinati! Quando si lavora con After Effects l’ordine è ancora più importante, soprattutto se si lavora in team con altre persone. Di norma è bene creare una nuova cartella che ospiterà il nostro progetto, salvare il progetto in questa cartella e mettere qui anche i media che si utilizzano. Notiamo come After Effects crei in automatico la cartella Adobe After Effects Auto-Save. All’interno di questa directory vengono salvati in automatico le copie dei nostri progetti secondo le impostazioni scelti nelle preferenze del software.
Per modificare quanti auto-save si vuole e ogni quanti minuti deve essere creata una copia del nostro lavoro andare nel menu Modifica > Preferenze > Salvataggio automatico

Preferenze salvataggio automatico progetto After Effects

Preferenze salvataggio automatico progetto After Effects

Come creare e salvare progetti in After Effects?

Vediamo ora come creare e come salvare un progetto in After Effects. La buona notizia è che il procedimento è tutto molto più semplice rispetto a quanto abbiamo già visto in Adobe Premiere Pro. La cattiva notizia è che il difficile viene dopo ma avremo modo di parlarne più avanti.
Creare un progetto After Effects è molto semplice, basta aprire After Effects! Non c’è bisogno infatti di inizializzare un progetto. In After Effects le impostazioni del frame vengono fatte a livello di composizione. Il progetto in sé ospita solo i media e le composizioni.
Per salvare un progetto si può procedere in uno dei modi seguenti:

  • Andare nel menu File > Salva con nome
  • Premiere i tasti Ctrl + s

Come impostare gli auto-save in Adobe After Effects

Quando si lavora ad un progetto complesso può capitare che la macchina ci abbandoni, il software si chiuda e tante ore di lavoro vadano buttate. Per evitare di perdere il lavoro fatto e lavorare sereni viene in nostri aiuto la funziona auto-save di After Effects. Come abbiamo già visto nel corso di montaggio video con Adobe Premiere impostare gli auto-save è un’operazione molto semplice ma di grande aiuto. Per attivarli e configurarli procedere come segue:

  • Andare nel menu Modifica > Preferenze > Salvataggio automatico
  • Impostare un tempo di salvataggio automatico congrue
  • Impsotare quante copie del progetto si vuole salvare automaticamente
  • Scegliere (se si vuole) una cartella di destinazione per gli auto-save. Se non viene specificata i file saranno salvati accanto al file originale

 


Condividi l'articolo
Capitolo 1: i progetti After Effects. Gestione e tipologie

Lascia un commento

Dopo aver commento scrivi anche il tuo nome.

Informativa sulla privacy!

Questo sito utilizza i cookies. I cookies vengono impiegati per erogare pubblicità su misura per te, per monitorare quanti utenti visitano il sito e per far funzionare i vari servizi. Accetti l'utilizzo dei cookies?

Puoi avere maggiori informazioni andando alla pagina della privacy

Vai alla pagina della privacy polivy