Fabio Ambrosi

Risorse utili per videomakers!

Capitolo 35: tracce audio vs canali audio. Quando parlare di traccia e quando parlare di canale audio. Facciamo chiarezza.

Condividi l'articolo

Tracce e canali audio: che differenza c’è fra i due termini? Sono la stessa cosa? Spessissimo sento usare le due parole come sinonimi ma non lo sono e credo sia il caso di fare chiarezza. Cosa intendiamo quando parliamo di tracce audio? E quando invece ci riferiamo ai canali audio cosa indichiamo? Un altro video tutorial teorico ma indispensabile e propedeutico per imparare ad usare gli strumenti che Adobe Premiere mette a disposizione per gestire il suono. Allo stesso modo è bene avere chiari alcuni concetti base sull’audio digitale illustrati nella lezione precedente.

Tracce e canali audio: occorre fare chiarezza

Lavorando in diversi progetti multimediali mi capita spesso di dover discutere anche con colleghi. Spessissimo mi accorgo che, con una certa disinvoltura, “tracce audio” e “canali audio” sono usati come sinonimi generando confusione. Diciamolo subito e chiaramente: una traccia audio contiene una o più canali audio. La traccia audio è la scatola e i canali audio sono il contenuto. La lezione potrebbe dirsi conclusa qui e io posso dire di essermi tolto un sassolino dalla scarpa ma voglio approfondire per chi è totalmente digiuno in materia.

Cos’è una traccia audio? A cosa ci riferiamo quando parliamo di “tracce”?

Immaginate di guidare un’automobile e di trovarvi su una strada. La strada che state percorrendo insieme ad altre automobili può essere considerata la traccia, il contenitore, la via, che vi permette di spostarvi. Quando parliamo di tracce audio ci riferiamo più o meno alla stessa cosa: le tracce audio sono le strade che ospitano l’audio dei vostri progetti. Ogni traccia può ospitare un solo elemento sonoro alla volta. Le tracce audio possono essere sovrapposte l’una sull’altra (senza intersecarsi) per sommare più suoni. Guardate l’immagine.

Tracce e canali audio: differenze. La traccia audio in Adobe Premiere Pro

Tracce e canali audio: differenze. La traccia audio in Adobe Premiere Pro

Come potete vedere abbiamo tre tracce audio. Ogni traccia audio ospita un elemento sonoro. Queste tracce audio possono essere sovrapposte l’una sull’altra andandosi così a sommare. Le tracce non possono intersecarsi perché gli elementi sonori possono essere ospitati uno alla volta.

Cos’è un canale audio? Quando parliamo di canali audio cosa intendiamo?

Torniamo alla metafora della strada. Come abbiamo detto la traccia audio è la strada, la carreggiata, che ospita gli elementi sonori che stiamo montando. I canali audio sono le corsie ospitati dalla carreggiata/traccia. Quando montiamo dunque una musica stereo stiamo lavorando un elemento sonoro composto da due canali audio e ospitato in una traccia audio in grado di ospitare un oggetto sonoro con due canali. Mi spiego come sempre con un disegno

I canali audio in Adobe Premiere Pro: ogni traccia ospita uno o più canali audio

I canali audio in Adobe Premiere Pro: ogni traccia ospita uno o più canali audio

Come potete vedere le singole tracce stanno ospitando, ognuna, un elemento sonoro alla volta. Ogni oggetto sonoro – in questo caso – è composto da due canali (probabilmente stiamo lavorando un suono stereofonico). Per la precisione i due canali corrispondono al suono che andrà all’amplificatore di sinistra e all’amplificatore di destra.

Tracce mono, stereo, 5.1, 7.1 e personali

Parlare di tracce e di canali come fossero la stessa cosa è dunque, secondo me, sbagliato e crea molta confusione. Dire che un canale è stereo è sbagliato! La traccia semmai può essere:

  • mono (ed ospitare un solo canale)
  • stereo (e ospitare due canali).
  • 5.1 (ed ospitare 6 canali)
  • 7.1 (ed ospitare 8 canali)
  • Personalizzata (ed ospitare n canali)

Quando lavoreremo in Adobe Premiere Pro vedremo come questa distinzione è molto importante quando dovremo, ad esempio, esportare video con più lingue (come accade su Netflix quando volete guardare un film in spagnolo piuttosto che in inglese). Comprendere questi concetti è di vitale importanza e vi permetterà di lavorare consapevolmente.

Il suono surround: cosa accade quando si deve gestire il suono proveniente da più direzioni?

Se è chiaro quanto fin qui illustrato la risposta a questa domanda è abbastanza semplice: cosa accade quando dobbiamo gestire un suono sorround proveniente da più direzioni? Se non avete un impianto sorround a casa sicuramente avrete visto almeno una volta (si spera) un film al cinema. Durante la proiezioni è incredibile vivere l’esperienza del suono che ci circonda. I rumori sembrano provenire da tutte le direzioni: davanti, dietro, di lato. Come avviene tecnicamente tutto ciò? Semplice! Ogni canale audio è assegnato ad un altoparlante differente. A seconda della tipologia di impianto sorround avremo 6 canali o 8 canali. Ogni canale ospiterà gli elementi sonori pensati per provenire da una determinata posizione.

Da questa immagine è possibile notare come diversi speakers possono essere installati per creare un suono sorround. Ogni speaker ospiterà un canale.

Nei prossimi capitolo del corso di editing video con Adobe Premiere Pro impareremo a gestire l’audio dei nostri progetti multimediali.

Bilanciare un audio sbilanciato

Spesso capita di vedere video con audio sbilanciato. Cosa vuol dire? Semplice! Un audio è sbilanciato quando il canale sinistro e il canale destro o hanno contenuti diversi o hanno volumi diversi. Ci sono varie tecniche per correggere una situazione simile. In uno dei prossimi video tutorial vedremo come centrare un audio sbilanciato creando tracce mono, usando gli effetti audio di Adobe Premiere, estraendo i canali mono e mappando i canali audio. 


Condividi l'articolo
Capitolo 35: tracce audio vs canali audio. Quando parlare di traccia e quando parlare di canale audio. Facciamo chiarezza.

Lascia un commento

Dopo aver commento scrivi anche il tuo nome.

?>

Informativa sulla privacy!

Questo sito utilizza i cookies. I cookies vengono impiegati per erogare pubblicità su misura per te, per monitorare quanti utenti visitano il sito e per far funzionare i vari servizi. Accetti l'utilizzo dei cookies?

Puoi avere maggiori informazioni andando alla pagina della privacy

Vai alla pagina della privacy polivy