Capitolo 37: come impostare il volume corretto quando si monta un contenuto multimediale

Condividi l'articolo

Come impostare il volume corretto quando si monta un video con Adobe Premiere Pro? Come fare il modo che l’audio delle nostro clip non sia né troppo alto né troppo basso? Quando si realizza un video (da condividere con amici sui social o da distribuire su netflix o in televisione) arriva sempre il momento di dover gestire e migliorare l’audio. In questo blocco di tutorial ci stiamo occupando proprio di questo e stiamo studiando, lezione dopo lezione, quali strumenti mette a disposizione Adobe Premiere Pro per migliorare il suono. Una domanda che mi viene fatta abbastanza spesso è: “Come impostare il volume corretto per un video? Quanto alto deve essere il volume?” A questa domanda tenterò di rispondere nella lezione di oggi tenendo bene a mente che un sound professionale può essere garantito solo l’esperienza e con competenze solide di acustica.

Impostare il volume corretto dell'audio quando si realizzano video con Adobe Premiere Pro

Impostare il volume corretto dell’audio quando si realizzano video con Adobe Premiere Pro

Impostare il volume corretto: la scala dei decibiel (dB)

Evitiamo in questa sede di parlare di decibel (chi fosse curioso si prepari a studiare pazientemente). Semplificando mostruosamente diciamo che il decibel è l’unità di misura con cui misuriamo il volume di un suono (gli ingegneri mi perdonino, sto davvero semplificando tantissimo!).
Quando abbiamo a che fare con l’audio digitale la scala di misurazione va da un valore massimo di 0dB ad un valore teorico minimo di -∞ (meno infinito). La cosa importante da ricordare quando lavoriamo l’audio è che per nessuna ragione l’indicatore deve arrivare a toccare lo 0. Un suono che tocca o supera gli 0dB è un suono distorto e inascoltabile. Un suono saturo difficilmente può essere migliorato in post produzione. È indispensabile quindi lavorare bene quando si fanno le riprese audio / video.

Il volume ideale in fase di registrazione: a cosa stare attenti quando si registra il suono e come impostare il volume in fase di ripresa

Diciamolo subito e una volta per tutte: un audio registrato male ha poche possibilità di essere migliorato sensibilmente in post produzione. Non esistono formule magiche o meraviglie della tecnologia per far suonare alla perfezione una voce satura. Questo concetto va tenuto ben a mente.
Sì, esistono strumenti per limitare il danno (e Adobe Audition ha qualche funzione utile in tal senso) ma riprendere correttamente il suono in fase di produzione (sul set, al matrimonio del nostro amico, per strada se stiamo intervistando qualcuno etc…) è la prima condizione per fare un bel video con un audio coinvolgente.

Se voi stessi siete i responsabili delle riprese audio, quando girate tenete ben a mente questa semplice regola:

Meglio registrare un audio troppo basso che tornare a casa con un audio saturo. In nessun caso toccare o superare la soglia di 0dB!

Cosa vuol dire? Semplice: un audio con il volume (ragionevolmente) troppo basso può essere sempre alzato in post produzione e migliorato. Un audio saturo (quindi evidentemente troppo alto) è difficile da migliorare quando ci si siede davanti al computer.

Impostare il volume ideale quando si registra un audio

L’esperienza, purtroppo, è l’unica vostra alleata: solo provando e riprovando acquisirete sicurezza e competenze difficili da sviluppare leggendo un libro (anche se la teoria è fondamentale e non va affatto sottovalutata). Come regola generale quando si registra un suono tenete a mente che

Il volume ideale a cui registrare una clip audio oscilla intorno ai -12 / -10 dB

Questo volume ci tutela da eventuali picchi di chi parla ed è sempre migliorabile in post produzione.

Impostare il volume corretto per la distribuzione (youtube, facebook, spotify, netflix etc…)

Ipotizzando di aver fatto tutto bene in fase di ripresa, dopo aver montato il video, giunge inesorabilmente il momento di curare l’audio della nostra produzione multimediale. Questo è un corso base quindi non spiegherò in questa sede cos’è e come fare il missaggio. Cercherò di rispondere alla domanda fatta all’inizio di questo capitolo, ovvero: quale volume deve avere il video che voglio condividere su facebook? E se devo lavorare per Netflix o per un canale broadcast? La risposta, come potete immaginare, non è univoca e possiamo distinguere due casistiche differenti in base al canale di distribuzione finale del nostro prodotto.

Il volume giusto se devi condividere il tuo video con amici, parenti o (più in generale) su internet

Impostare il volume corretto in Adobe Premiere Pro: il vu-meter

Il Vu-Meter: uno strumento prezioso per monitorare il volume dell’audio

Se il vostro obiettivo è produrre video da condividere su Faceboo, youtube, whatsapp etc.. potete alzare il volume fino al limite consentito di 0dB (senza arrivarci però!). Chi guarda un video non sempre ha la possibilità di utilizzare delle casse acustiche (tipo quelle del vostro desktop) ma sempre più spesso i video vengono visualizzati utilizzando dispositivi mobili (come smartphone o tablet). È bene non fare un volume troppo basso per questo tipo di utenti.
Non esiste una regola ferrea e assoluta in questi casi: il vostro migliore alleato è l’orecchio e il Vu-Meters disponibile in Adobe Premiere Pro. Cercate di alzare il più possibile avvicinandovi ad un valore di -0.5 dB. 

Il volume audio da impostare quando si deve distribuire per circuiti broadcast come Netflix, Spotify, Amazon Video etc…

Le cose cambiano quando si sta lavorando ad una produzione importante che deve essere distribuita su un circuito broadcast (come Netflix, il digitale terrestre, Amazon Prime Video etc…). In questi casi esistono delle regole ferree e delle specifiche che devono essere rispettate obbligatoriamente. Non esiste una regola generale, sempre valida. Le cose cambiano a seconda del canale di distribuzione per cui si sta lavorando ed occorre verificare con il distributore quali sono le caratteristiche che deve avere il suono ( e il video ) che si sta producendo. Spesso non è neppure solo una questione di volume ma entrano in gioco altri parametri (tipo il volume percepito) di cui non ci occuperemo in questa serie di video tutorial introduttivi. Va detto che se dovete produrre un video per un circuito broadcast, molto probabilmente, non sarete voi a dover fare il master finale. Ricordo sempre che, in un mondo ideale, il lavoro di un montatore video è quello di assemblare le immagini seguendo le indicazioni di autori e registi. Esistono altre figure professionali con le competenze e l’esperienza necessaria per gestire aspetti delicati e complessi come il suono. 

Adobe Premiere Pro ha molti strumenti per realizzare una audio di buona qualità ma per un lavoro professionale occorre utilizzare software specifici

Adobe Premeire Pro ha strumenti molto potenti per realizzare un suono di grande qualità ma è bene ricordare che ogni software ha uno scopo ben preciso e la suite Adobe comprende Adobe Audition, un’applicazione pensata proprio per realizzare missaggi e master audio professionali. Più avanti, in questo corso introduttivo ad Adobe Premiere Pro, vedremo come far interagire questi due software per lavorare il suono in Adobe Audition.


Condividi l'articolo
Capitolo 37: come impostare il volume corretto quando si monta un contenuto multimediale

Lascia un commento

Dopo aver commento scrivi anche il tuo nome.

Informativa sulla privacy!

Questo sito utilizza i cookies. I cookies vengono impiegati per erogare pubblicità su misura per te, per monitorare quanti utenti visitano il sito e per far funzionare i vari servizi. Accetti l'utilizzo dei cookies?

Puoi avere maggiori informazioni andando alla pagina della privacy

Vai alla pagina della privacy polivy

0