Fabio Ambrosi

Risorse utili per videomakers!

Capitolo 3: le composizioni in After Effects. Cosa sono e come impostarle

Condividi l'articolo

Il corso di After Effects entra nel vivo! Oggi parliamo delle composizioni. Cosa sono le composizioni in After Effects? A cosa servono? Come impostarle? Questi sono gli argomenti di questa lezione.
Le composizioni sono il cuore di un progetto After Effects. Potremmo associarle alle sequenze di Adobe Premiere Pro ma il paragone è impreciso. Mentre una timeline in Adobe Premiere è il luogo dove si assembla il materiale audiovisivo per creare un nuovo prodotto multimediale in After Effects le composizioni sono più simili a dei contenitori dentro cui si opera. Sono molte le opzioni che è possibile settare; in questa sede – trattandosi di un corso introduttivo – ci limiteremo alle principali e più importanti.

Come creare una nuova composizione in After Effects?

Dopo aver aperto After Effect, in genere, ci viene presentata una finestra introduttiva in cui possiamo scegliere se aprire un progetto recente o crearne uno nuovo. Clicchiamo sul bottone Nuovo Progetto.
A questo punto l’interfaccia ci appare nuda e pronta per essere usata. Per creare una nuova composizione in After Effects abbiamo diverse possibilità, tutte valide.

 

  • Nel pannello progetto cliccare sull’icona Crea una nuova Composizione
    Crea una nuova composizione in After Effects
  • Cliccare, nel pannello composizione, sul bottone di sinistra, dove è scritto “Nuova Composizione”.
    Nuova composizione nel pannello composizione
  • Andare nel menu Composizione > Nuova Composizione
  • Utilizzare i tasti di scelta rapida da tastiera Ctrl + N

Come impostare una composizione in After Effects

Dopo aver scelto di creare una nuova composizione appare una finestra in cui inserire alcuni parametri.  In questa sede esamineremo solo i parametri base lasciando i settaggi più avanzati al modulo avanzato del corso.
Ogni composizione può avere caratteristiche diverse dalle altre. Come vedremo più avanti quando si lavora in After Effects ad un unico progetto è possibile dover creare più composizioni con proprietà differenti a seconda del tipo di effetto che si vuole creare. Di norma le caratteristiche da dover impostare ogni qual volta si crea una nuova composizione sono

  • Il nome: è il nome da assegnare alla composizione. Qui si ha totale libertà di scelta purché si segua una propria logica che permetta di distinguere lo scopo e il contenuto della composizione.
  • Larghezza e Altezza del fotograma: si può scegliere dei valori personalizzati o si possono utilizzare i preset. Attenzione! A differenza di Adobe Premiere Pro in cui quando creiamo una sequenza in genere lo facciamo pensando già al formato (risoluzione e fps) di destinazione finale, in After Effects può essere necessario impostare una risoluzione (o dei fps) customizzati. La scelta è legata al tipo di effetto a cui si sta lavorando. Lo vedremo meglio più avanti con degli esempi. In genere almeno una composizione deve essere settata alla risoluzione a cui vogliamo poi esportare il lavoro finito.
  • Proporzioni Pixel: il pixel è l’unità di misura della risoluzione. Un pixel può avere diverse proporzioni. In genere, nel 90% dei casi, quando lavoriamo ad un progetto vogliamo dei pixel quadrati (ovvero con la proporzione 1:1)
  • Frequenza Fotogrammi: scegliere i fotogrammi per secondo a cui lavorerà la composizione. In genere la scelta dipende dalla destinazione finale del video che si sta producendo. Salvo casi particolari 25fps può andare bene se vogliamo distribuire il contenuto multimediale su internet o in tv. 24fps è il formato cinematrografico e così via…
  • Durata: a differenza delle sequenze (timeline) di Adobe Premiere le composizioni After Effects non hanno una durata illimitata. Scegliere qui quanto vogliamo duri la nostra composizione (i valori, tutti, sono comunque poi modificabili, anche dopo aver creato la composizione). Non esiste una regola precisa.

Dopo avere inserito i valori per le proprietà di base della composizione scegliere il bottone “OK”.

Proprietà e valori da impostare quando si crea una nuova composizione in After Effects

Questa è la finestra che appare quando creiamo una nuova composizione.

Dopo aver creato una nuova composizione è possibile iniziare a lavorare. Notiamo come nel pannello progetto venga creato un nuovo oggetto (oggetto composizione) e come lo spazio dei livelli, in basso, sia ora pronto ad ospitare gli oggetti multimediali.


Condividi l'articolo
Capitolo 3: le composizioni in After Effects. Cosa sono e come impostarle

Lascia un commento

Dopo aver commento scrivi anche il tuo nome.

Informativa sulla privacy!

Questo sito utilizza i cookies. I cookies vengono impiegati per erogare pubblicità su misura per te, per monitorare quanti utenti visitano il sito e per far funzionare i vari servizi. Accetti l'utilizzo dei cookies?

Puoi avere maggiori informazioni andando alla pagina della privacy

Vai alla pagina della privacy polivy